Combattere il CO2 è possibile – parte 3: Non solo sushi

23 10 2008

In Giappone un progetto pilota per la produzione D Bioetanolo da alghe marine ha preso il via in Marzo. Un gruppo D ricercatori della Facoltà D Scienze marine della Tokio University, in collaborazione con un gruppo D partner privati ha acquistato e riconvertito una grande fattoria acquatica a Yamatotai.
La coltivazione D alghe Nori e wakame è stata sostituita con quella intensiva dell’alga hondawara, che cresce molto rapidamente. Bioreattori galleggianti, attraverso speciali enzimi preparano direttamente in acqua la conversione delle alghe in etanolo. Secondo le stime dei ricercatori l’impianto a regime potrebbe produrre da solo un terzo del carburante consumato dal Giappone ogni anno.

Articolo a firma D Alessandra Viola pubblicato sul settimanale “L’Espresso” del 13 Agosto 2008.

Giovedì prossimo Vi aspetta l’ultima parte dello Speciale Ambiente dedicato alla lotta contro il C02: non perdetelo mi raccomando!!! Ciaoo, Steven.

La.St.

Annunci

Azioni

Information

One response

23 10 2008
diggita.it

Combattere il CO2 è possibile – parte 3: Non solo sushi…

In Giappone un progetto pilota per la produzione D Bioetanolo da alghe marine ha preso il via in Marzo grazie allo studio D un gruppo D ricercatori della Facoltà D Scienze marine della Tokio University……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: