Steve Tyler contro i blogger

29 09 2008

Steve Tyler, cantante del gruppo rock degli Aerosmith ha sporto denuncia contro ignoti blogger, accusandoli D spacciarsi per lui e D scrivere online indiscrezioni sulla morte della madre e altri dettagli, generalmente falsi, sulla sua vita privata. Tyler ha chiesto a Google D rimuovere il blog dal web.

Articolo apparso sul giornale gratis “City” del 26 Settembre 2008.

Annunci




Tutti i concerti d’inverno: date e prezzi dei biglietti in attesa dei Queen

20 09 2008

Nomi D spicco del panorama musicale italiano ed internazionale in
arrivo fra la fine del mese e novembre al Palalottomatica.
Ad aprire la stagione 2008 / 09 dei grandi concerti romani al Palaeur
sarà il 26 Settembre il concerto dei Queen, band inglese che ha lasciato
un segno indelebile nella storia recente del pop – rock.
Guidato da Brian May e Roger Taylor, dopo la prematura scomparsa D Freddie Mercury, il gruppo torna ad esibirsi nel nostro Paese a tre anni D distanza da un tour D 4 date che aveva registrato ovunque il tutto esaurito.
May e compagni saranno in scena con tutti i classici, sa “We are the champions” a “Radio Gaga” e le canzoni D un nuovo album D inediti, lavoro che segna il debutto in studio D Paul Rodgers, nuovo cantante della band, già acclamato protagonista della tournèe del 2005.
Quattro giorni dopo, il 30, sul palco dell’ex Palaeur salirà Elisa, una delle
voci più belle e personali della musica italiana.
La 31 enne artista D Montefalcone sarà in scena per una data del suo tour “Mechanical Dream”. Buona musica italiana anche il 25 Ottobre con la Bandabardò e il 18 Novembre con Antonello Venditti.
Il cantautore romano presenterà l’ultimo cd “Dalla pelle al cuore”.

Articolo a cura D Stefano Milioni pubblicato sul free press “Metro” del 15 Settembre 2008.





Scrubs

23 08 2008

E’ Una delle serie televisive più dissacranti del momento, Scrubs e lascerà un segno nella storia televisiva, perché finalmente si è capito che in un telefilm c’è spazio per i momenti seri, per i drammi e per il divertimento… Anche in un ospedale.
Ma esistono medici così? Non lo so ma a me piace pensare che anche nelle avversità che la vita C riserva, ( siano esse quelle D tutti i giorni o meno ) si possa trovare la scintilla dentro se. E tutto viene più facile se si hanno persone “contagiose” D allegria attorno.
Abbiamo tutti qualcosa da imparare dall’atteggiamento D questi medici ai primi ferri.
La colonna sonora, i personaggi, le ambientazioni e i costumi sono ben studiati: buttano un occhio al “classico” genere ospedaliero che ha fatto oramai storia ma il tutto è rigenerato e adattato agli anni 2000.
Una chicca? Il termine “scrub” indica un oggetto ( un camice che indossano medici specializzandi ed infermieri );
una pratica chirurgica ( il lavaggio accurato delle mani prima di un intervento ) ed una persona ( un individuo D poco conto, un principiante o la riserva in una squadra di football ).
Ecco la trama per chi non seguisse questa serie tv evento:
La serie racconta le vicende D John Dorian ( per tutti J.D. ), neolaureato in medicina specializzando e in seguito medico D ruolo all’ospedale Sacro Cuore. J.D. è il protagonista principale della serie e la voce narrante del telefilm; al suo fianco C sono i suoi compagni di praticantato, il chirurgo Chris Turk e la dottoressa Elliot Reid, con la quale J.D. sviluppa nel corso della serie un rapporto ambiguo D amicizia-amore.
All’interno dell’ospedale i tre si trovano ad interagire con altri numerosi personaggi, tra i quali il cinico dottore Percival “Perry” Cox (responsabile del tirocinio di J.D.) e la sua ex-moglie Jordan Sullivan, l’infermiera Carla Espinosa ( fidanzata ed in seguito moglie di Turk ), il dottor Bob Kelso ( direttore dell’ospedale ), l'”Inserviente”, senza nome, nemico giurato D J.D., il Dottor Todd Quinlan ( il pervertito cronico ), l’infermiera Laverne Roberts, Theodore “Ted” Buckland ( l’avvocato imbranato ) e Keith “trastullo”, poi fidanzato e promesso marito D Elliot.
E.R. fatti da parte, insomma: arrivano JD e la loro spassosa combriccola D medici allucinati!

La.St.





CSI: Crime Scenes Investigation

18 08 2008

Una delle serie più acclamate degli ultimi anni: un telefilm che ha, in un certo senso, rivoluzionato il giallo e il noir in televisione. Sto parlando D Crime Scene Investigation ossia CSI. Questo serial, che ha generato a sua volta anche spin off ( altre serie simili ma che si svolgono in altre città dell’America ), narra la soluzione dei crimini più svariati dal punto D vista scientifico: negli ultimi anni, infatti, con la scoperta D nuove tecnologie e del DNA, la mappa genetica che si diversifica D uomo in uomo, i metodi investigativi sono cambiati.
Impronte, tracce D sangue, D pneumatici: nulla sfugge agli uomini D Grissom, Capo della Polizia Scientifica.
I personaggi tutti sono ben caratterizzati e lo svolgimento delle storie è sempre omogeneo e ricco D colpi D scena: il cast è composto veramente da ottimi attori, più o meno famosi prima del loro successo mondiale con questa serie tv. Piccola chicca per gli amanti della serie “madre”: tutti gli episodi vengono girati negli studi di Santa Clarita, nei pressi di Los Angeles, mentre gli esterni a Las Vegas.
Insomma i produttori e gli ideatori della serie hanno veramente creato un nuovo genere che è sulla cresta dell’onda oramai da anni in ogni paese in cui è sbarcato. Voi che ne dite?

La.St.





Dire Straits

11 08 2008

Una band che ha ideato una fusione D generi mai sentiti prima. Un chitarrista, Mark Knopfler, che con i suoi assoli e il suo gioco D corde ha strabiliato intere generazioni: rock, folk, pop… Uniti assieme per regalare attimi indimenticabili.
Ecco chi sono i Dire Straits, una rock band britannica fondata nel 1977 e che ancora adesso sa tenere il ritmo, nonostante la rottura, datata 1995, occorsa dopo aver suonato con Eric Clapton e Bruce Springsteen ( uno dei componenti, Roy Bittan, tra l’altro ha fatto parte della E Street Band, guidata, appunto, da Mr “Born in The Usa” ), tra gli altri, collezionando successi in ogni dove.
Insomma, problematiche sociali, carica poetica, l’amore, la guerra… Ai Dire non sfugge nulla e tutto è trattato in modo ricercato ma struggente e mai falso.
Pur avendo debuttato in piena epoca punk ed essendosi affermati negli stravaganti anni Ottanta, i Dire Straits sono sempre rimasti una band di rock and roll “all’antica”, ispirata prevalentemente dalla musica blues e dalle sonorità degli anni Sessanta e perfino degli anni Cinquanta.
All’attivo il gruppo ha 6 album, 2 EP, 3 Live e svariate raccolte, ultimamente Mark Knopfler, l’ ex leader dei Straits, si sta dedicando ad una carriera solista fatta D colonne sonore per film più o meno famosi e D album e concerti in giro per il mondo.
Un “breve” saggio delle loro magiche melodie lo danno in questo video: gustatevelo!!!

Attendo commenti!

P.S.: Eccovi alcuni link utili:

Mark Knopfler Official Site

Wikipedia – Dire Straits ( che ringrazio infinitamente per i cenni storici che compaiono in questo articolo )

Community Ufficiale Italiana Dire Straits

Ciaoo Steven.

La.St.





Sex Pistols forse un nuovo album

18 06 2008

Dopo la reunion della band non è escluso che i Sex Pistols possano tornare nei negozi D dischi con una nuova fatica. A lanciare l’ipotesi, presumibilmente accolta con grande fermento dai numerosi fan della storica band è stato lo stesso Johnny Rotten.

Articolo preso dal free press “City” del 17 Giugno 2008.





Piccole regole per vivere meglio in ufficio e fuori

17 06 2008

Ecco alcune regole suggerite dal guru americano Tim Ferriss per cambiare le cattive abitudini sul lavoro:

– Delegare tutte le decisioni irrilevanti ( ma anche quelle rilevanti monetizzando l’eventuale danno );
– Evitare situazioni spreca tempo come ad esempio le riunioni che non producono decisioni entro mezz’ora;
– Coltivare “l’ ignoranza selettiva” cioè pochi giornali, tv, web ; e-mail una volta alla settimana;
– Usare la tecnologia per ridurre gli impegni, non per centuplicarli;
– Gestire da lontano ( anche da lontanissimo ) i tuoi affari.

Insomma molti punti sono per lo meno discutibili ma d’altro canto come C fa notare l’autore ” che senso ha lavorare come schiavi, mettere da parte i soldi e goderseli, forse, alla pensione?”…Voi che ne pensate? E’ realmente applicabile nella vita D tutti i giorni?
Per altre info visitate pure QUI

Articolo tratto dal quotidiano a distribuzione gratuita “Metro” del 6 Giugno 2008.

Ciaoo, Steven.

La.St.