Fumo: due geni aumentano i tumori

30 04 2009

Si aprono nuove prospettive per l’individuazione dei fumatori più a rischio di tumore ai polmoni. Una ricerca, pubblicata su Plos Gemetics, ha individuato due nuove varianti genetiche che aumentano la possibilità di ammalarsi nei fumatori. La scoperta offre l’opportunità di riconoscere precocemente i soggetti a maggior rischio grazie a test genetici.

Fonte: quotidiano gratuito “City” del 16 Marzo 2009.

Annunci




Fumatrici, il cuore si ammala prima

29 10 2008

Le donne fumatrici sono colte molto più prematuramente da infarto rispetto ai fumatori maschi. E’ quanto emerso da una ricerca norvegese condotta su 1784 pazienti D ambo i sessi. Nella donna l’età media del primo infarto è D 80,7 anni se non fumatrice e D 66,2 anni se fumatrice.

Articolo preso dal free press “City” del 3 Settembre 2008.

News correlate:

https://stvenworldnow.wordpress.com/2008/09/21/come-smettere-d-fumare-definitivamente/

https://stvenworldnow.wordpress.com/2008/09/07/fumo-consumi-ko-e-colpa-della-crisi/

https://stvenworldnow.wordpress.com/2008/06/04/nei-geni-la-cura-antifumo/





Come smettere D fumare definitivamente

21 09 2008

Secondo l’ISS basterebbe una chiacchierata D tre minuti con il proprio medico D base per fare il primo passo contro il fumo. Le nuove “linee guida per promuovere la cessazione dell’abitudine al fumo”, promosse dal Ministero del Welfare, mettono in primo piano la figura del Medico D base che dovrà informare il paziente sui danni del fumo e, dopo aver stabilito il grado D dipendenza, impostare un percorso D recupero ed eventuali interventi per prevenire le ricadute.
Il primo passo risiederebbe nel counseling, un orientamento individuale o D gruppo, se non C sono risultati si passa ad un colloquio con uno psicologo o, se il grado D dipendenza è elevato, ai sostituti della nicotina.

Articolo pubblicato sul giornale gratuito “City” del 5 Settembre 2008.





Fumo: consumi ko. E’ colpa della crisi?

7 09 2008

E se la crisi economica facesse bene alla salute? Non è un sogno. Le minori disponibilità economiche delle famiglie hanno costretto molti italiani a smettere o almeno a diminuire drasticamente il numero D bionde.
I dati parlano chiaro: secondo Piergiogio Zuccaro, Direttore dell’Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell’Istituto Superiore D Sanità, nei primi 6 mesi dell’anno c’è stata una diminuzione delle vendite delle sigarette pari a 12 milioni D pacchetti. Un taglio dei consumi che corrisponde a 250mila chili D tabacco in meno: una riduzione dello 0,6 %.

Articolo preso dal giornale gratis “City” del 5 Settembre 2008.





Nei geni la cura antifumo

4 06 2008

Il sistema migliore per smettere D fumare? E’ scritto nel DNA. Alla Duke University ( North Carolina ) hanno infatti identificato i geni che sembrano influenzare la risposta alle cure anti-fumo. Il coordinatore dello studio, il biologo molecolare George Uhl dell’Istituto americano D ricerca sull’abuso D droghe considera i risultati un passo in avanti importante in quanto “permettono D capire perché alcune persone riescono a smettere D fumare nel giro D pochi anni più facilmente D altre”.
Nel giro D pochi anni basterà un prelievo D sangue per scegliere la cura più efficace.

Articolo pubblicato dal quotidiano free “City” del 3 Giugno 2008.